Cucina Tabarchina

Home  Sardegna  SardegnaCucina
Carbonia   Personaggi    Storia e Mitologia    La BrigataSassari
Le SubRegioni    Feste e Tradizioni    Carnevale    ProverbiSardi    SfondiDesktop    SardegnaCucina   

CucinaSarda   CucinaTabarchina

divider82

La cucina Tabarchina di Carloforte, Ŕ una cucina semplice, genuina, dai gusti sinceri. Una cucina che nell'avvicendarsi dei secoli ha conservato piatti di sorprendente semplicitÓ contadina e marinara assimilando esperienze provenienti da altre civiltÓ, vedi Tunisia, in cui si apprezzano le delicatezze dei frutti di mare integrate con i prodotti della campagna.
  • Ú Cashcà
Ingredienti: 300 gr di Semola grossa o fregola sarda, 500 g di carne di agnello o maiale tagliata a tochetti 300 gr di cotica di maiale, 300 gr di cavolo cappuccio, 300 gr di cavolfiore, prezzemolo, cipolle, carote, sedano, piselli, fave, carciofi, 300 gr di ceci,  melanzane, maggiorana, saporita e sale e peperoncino
Preparazione: Inumidire la semola con acqua e olio in modo che i granelli assorbano il liquido senza impastarsi fra loro. Mettere la semola e alcuni pezzetti di cotica di maiale nella cuscussiera (pentola simile a un colapasta di terracotta) sovrapponendola ad una pentola con circa 4 litri di acqua, facendo cuocere il tutto per circa 3 ore. Far rosolare la carne tagliata a tocchetti, aggiungere il cavolo a listarelle e il cavolfiore, il prezzemolo la cipolla la carota e il sedano; in un tegame a parte far trifolare i piselli con le favette e i carciofi e a fine cottura aggiungere la maggiorana. Nel frattempo lessare i ceci, messi in ammollo dalla sera prima,  e friggere le melanzane tagliate a dadini. Quando la semola Ŕ a fine cottura, amalgamare con le verdure e la carne, e far cuocere ancora per alcuni minuti, aggiustare di sale e peperoncino e  profumare con della saporita. Servire caldo in recipienti di terracotta.
  • A bobba 
Ingredienti: 500 gr di fave secche, zucchine, sedano, carote, aglio, sale
Preparazione: Mettere in ammollo per una notte 500 gr di fave sgusciate. L'indomani scolare le fave e metterle in una pentola d'acqua facendole cuocere a fuoco lento. A metÓ cottura unire due spicchi d'aglio e a piacere zucchine, sedano e carote finemente tritati e condire con olio extra vergine d'oliva. Mescolare bene e portare a cottura fino ad ottenere un liquido cremoso, non denso, da servire ben caldo con fettine ti pane tostato.
  •  Taggièn au peshtu
Ingredienti: per la pasta: 1 kg di farina, 6 uova, un pizzico di sale - per il pesto: 3 spicchi d'aglio, 2 manciate di foglie di basilico, 100 gr di pecorino sardo, 7-8 cucchiaiate d'olio extravergine d'oliva, sale
Preparazione: Preparare una pasta compatta lavorando la farina con le uova, il sale e acqua quanto basta. dividerla a pezzetti, spianarla e fare delle sfoglie sottili. Arrotolare le sfoglie spruzzando sopra un po' di farina, tagliare a fettine a gusto proprio e mettere ad asciugare sparpagliate in un paniere. Nel frattempo preparare il pesto: tritare 3 spicchi d'aglio e metterlo nel mortaio con 2 manciate di foglie di basilico anch'esso tritato. Pestare col pestello aggiungendo ogni tanto il pecorino sardo, salare e diluire con 7-8 cucchiaini d'olio versati a poco a poco fino ad ottenere una crema densa. Lessare i tagliolini e condirli col pesto allungato con due cucchiaiate dell'acqua di cottura della pasta.
  • Shpaghetti â tabarckin-a
Ingredienti: 350 gr di spaghetti n.3,  3 o 4 spicchi d'aglio, un ciuffetto di prezzemolo,un etto di olive nere e verdi tritate, una cucchiaiata di caperi, pecorino, sale e pepe
Preparazione: Far soffriggere leggermente 3 o 4 spicchi d'aglio e un ciuffetto di prezzemolo; a parte snocciolare 1 etto di olive nere e verdi e tritarle assieme ad una cucchiaiata di capperi, e ,sempre a parte, sbriciolare  una scatoletta di tonno. Cuocere gli spaghetti, scollarli al dente e versarli in un piatto di portata. Condirli con aglio e prezzemolo rosolati e aggiungere le olive e i capperi tritati e quindi il tonno. Cospargere di pecorino e  un pizzico di pepe.
  •  Shpaghetti cu tunnu e peshtu 
Ingredienti: 350 gr di spaghetti n.3, 1 vasetto di pesto, 1 scattola di tonno sott'olio, sale, pecorino sardo
Preparazione: Cuocere in acqua bollente e salata gli spaghetti. Nel frattempo preparare un sugo di pomodoro fresco o pelato e a 3/4 di cottura aggiungere una scatoletta di tonno ed infine il pesto. Condire la pasta scolata al dente e spolverarla con pecorino sardo. 
  •  Trippa cue patatte
Ingredienti: 1 kg di trippa gia cotta, una cipolla, 1 spicchio d'aglio, salsa di pomodoro, 5 o 6 patate medie
Preparazione: In una pentola d'acqua bollente cuocere la trippa a fuoco lento per circa 1/2 ora. In un tegame far rosolare una cipolla tritata e uno spicchio d'aglio e unire la trippa tagliata a listarelle. Versare della salsa di pomodoro diluita in brodo, salare e lasciar cuocere per un'altra mezzora ancora, quindi aggiungere le patate tagliate a pezzi, dell' altro brodo e ultimare la cottura. Servire calda.
  • Purpu accummudau
Ingredienti: 1 kg e 1/2 di polpo, 1/2 bicchiere d'olio extravergine d'oliva, 4 spicchi d'aglio, 1/2 bicchiere di vino rosso, 1 kg di patate, prezzemolo tritato
Preparazione: In un tegame far rosolare 4 spicchi d'aglio e aggiungere il polpo lavato e tagliato a tronchetti. Quando questi hanno assunto un bel colore rosso aggiungere il vino e fare evaporare. Ricoprire il polpo con un misto di acqua e salsa di pomodoro a piacere, salare e unire le patate tagliate a pezzi. Portare a cottura rimestando di tanto in tanto. Servire caldo con una spruzzata di prezzemolo tritato.
  •  Shtocchefisciu a tabarkin-a
Ingredienti: 1 kg di stoccafisso giÓ ammollato, 1 cipolla, 1 bicchiere di vino bianco, 1 kg di papate, 100 gr di olive nere olio e sale q.b. prezzemolo tritato
Preparazione: In una padella fatte rosolare nell'olio extravergine d'oliva la cipolla tritata finemente, quindi aggiungere le olive e lo stoccafisso spelato e tagliato a pezzi, togliendo le spine. Bagnare col vino bianco e lasciare evaporare per 10 minuti. Aggiungere le patate giÓ sbucciate e tagliate a tocchetti e continuare la cottura aggiustando di sale all'occorrenza, e aggiungendo ogni tanto un po' d'acqua calda. Servire caldo con una spruzzata di prezzemolo tritato.



If you like write a message to my "Contatti"
Se hai dubbi o ti servono chiarimenti posta un messaggio nei "Contatti"

Home
Copyright © Charlieonline.it 2002 - 2019
Tutti i diritti riservati
www.charlieonline.it

Torna all'inizio
  CSS Valido!

Licenza Creative Commons
Questo Sito Ŕ pubblicato sotto una Licenza (This website is licensed under a)
Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License
.